' I pasticci di Ale Titti : La piadina

sabato 22 marzo 2014

La piadina





Questa è con verza e salsiccia
Oggi mi è venuta voglia di piadina....eh si proprio lei, la piadina sfogliata!

Semplice da realizzare e davvero gustosa! Pur essendo tipica della Romagna, è conosciuta in tutta l'Italia e anche all'estero. La si può utilizzare come sostituto del pane o se farcita, come piatto unico, la si può farcire in mille modi, dal classico squacquerone e rucola agli insaccati vari, formaggi e verdure.

Ci sono tantissime varianti  in questa ricetta, io oggi voglio proporvi le mie due versioni, sfogliata e classica.





Piadina sfogliata

Farina 00           1 kg     (ma và bene anche una tipo 0)
Acqua                500 g
Strutto              100 g  + 50 g per la sfogliatura
Sale                  mezzo cucchiaino
Pepe                 un pizzico


Procedimento

Dopo aver setacciato la farina, disporla a fontana sul  piano di lavoro, aggiungere lo strutto a pezzettini,




il sale il pepe e versare l’acqua piano piano fatta intiepidire precedentemente  e cominciare ad impastare il tutto, l'impasto dovrà risultare molto morbido ma non appiccicoso, nel caso date una spolverata di farina sulla spianatoia.
Lo si lavora  fino a  renderlo liscio e lo si lascia riposare una mezz’oretta, poi spezzare in 8 panetti,  e stendere formando dei cerchi (non importa di farli precisi perché non sarà la stesura finale) e su ogni cerchio si spalma un velo di strutto (solo da un lato) e si sovrappone uno sull’altro fino al completamento dei cerchi ottenuti..


                                                                                               


                                                                                   


















Poi si arrotola stretto e si lascia riposare una mezz’oretta. Dopo di che si divide a seconda di come si vogliono grandi le piadine e di quale grandezza si ha il testo per la cottura,  il mio testo è di 28 cm, fare i panetti da 160-180 g circa e stenderli ad uno spessore di 3-4 mm   con il lato tagliato sul piano (o almeno io faccio così).






Cottura

Nel frattempo mettere a scaldare sul fornello, il testo, se ne siete sprovvisti va bene anche una padella antiaderente, e assicurarsi che sia ben calda. Adagiarvi la piadina,  pochi minuti di cottura da un lato e dall’altro…e buon appetito!!!!!







Piadina non sfogliata

Procedimento

Stesso impasto come per quella sfogliata, omettendo lo strutto in sfogliatura, quindi una volta fatto l'impasto lo si lascia riposare per una mezz'oretta, lo si divide nei panetti desiderati, si stendono e si và in cottura, in questo caso bucherellare le piadine appena messe sul testo per evitare le bolle.


Buon appetito!







6 commenti:

  1. Io le ho già fatte e rifatte sono eccezionali!!!
    Vai Aleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Donatella!!!!!!! La prossima volta invitami quando le farai!!!!! :D

      Elimina