' I pasticci di Ale Titti : Pane casereccio

venerdì 24 aprile 2015

Pane casereccio





Dopo le vacanze e le abbuffate di Pasqua si ritorna alla "normalità" e si riprende a impastare!!!
Fare il pane mi dà sempre delle grandi soddisfazioni e dopo 2-3 giorni, vado in crisi di astinenza se non ne impasto almeno un pò.

Questo che vi propongo oggi è un pane fatto con la biga.
La biga è un preimpasto ottenuto miscelando acqua, farina e lievito che viene messo a fermentare e usato alla maturazione.

La biga conferisce all'impasto profumi, aromi, una maggiore digeribilità e conservabilità.

Le dosi che vi dò sono per due pezzature da 800g circa a crudo ciascuna.
(volendo fare una sola pezzatura, dividete la ricetta a metà)


Biga

473  g      Farina  W 340-350
213  g      Acqua
 4,7  g      Lievito di birra fresco

Preparate la biga la sera prima sciogliendo il lievito nell'acqua, aggiungete la farina e mescolate giusto il tempo di far idratare la farina.
Mettetela a fermentare in un contenitore coperto con un panno bagnato e ben strizzato a 18° per 16-18 ore.


Impasto finale

                Biga tutta
358  g       Farina  W 290-310
 60   g       Petra 1
 60   g       Petra 9
 4,7  g       Malto
 4,7  g       Lievito di birra fresco
406  g       Acqua
  18  g       Sale



Procedimento

Versate i 3/4 dell'acqua nella vasca dell'impastatrice, inserite la biga a piccoli pezzi, il malto, il lievito di birra e aggiungete a pioggia la farina, impastate fino ad amalgamare il tutto.
A questo punto inserite l'acqua rimanente a piccoli dosi e il sale.
Lavorate fino a che l'impasto diventi liscio e omogeneo.






Mettete la massa a lievitare per 60-90 minuti (dipende dalle temperature che avete in casa) l'impasto dovrà raddoppiare.
Date un giro di pieghe a tre (che potete guardare qui ) e riponete a lievitare ancora fino al raddoppio.

A questo punto fate le pezzature e fate la formatura, schiacciate un pò il panetto formando un rettangolo, prendete il lembo in alto a sinistra e portatelo verso il centro, prendete ora il lembo in alto a destra e portatelo sempre verso il centro, ora prendete la parte superiore e portandola verso la parte centrale del panetto cominciate ad arrotolare sigillando la chiusura.
Ecco fatto il filone.

Fate lievitare per 45-60 minuti






Cottura


Preriscaldate il forno a 220°, incidete il pane con una lametta e cuocere per 45-50 minuti (dipende molto dai tipi di forno) avendo l'accortezza di vaporizzare i primi 5 minuti di cottura.
Gli ultimi 5-8 minuti finite la cottura col forno in fessura.





Ecco l'interno del pane











Con questa ricetta partecipo alla raccolta mensile di Panissimo di Sandra Barbara, questo mese ospitato da I pasticci di Terry.







Con questa ricetta partecipo al contest: 

4 anni di blog ... contest per festeggiare!


22 commenti:

Emmettì ha detto...

Meraviglia delle meraviglie Ale!!!!!!!

Un'alveolatura da sogno e una crosta pazzesca :-OOO
Anche io lo scorso anno feci un pane con biga (lo sciocco toscano nello specifico) e rimasi estremamente soddisfatta di come la biga avesse fatto la sua parte.

Ora provo anche questo tuo e lo metto in programma per la scampagnata del primo maggio!
Sai che bei paninazzi verranno fuori oltre alle bruschette?? :-DDDDD

Cara Ale, grazie per aver condiviso!
Buon fine settimana e un caro saluto :-))))))))

Il Chicco e la Spiga ha detto...

Sono senza parole.....lo stupore ha preso il sopravvento davanti a tanta passione che traspare sempre di più dagli eccellenti risultati che sai conseguire.
Con ammirazione e simpatia.
Brava.
Anna

la cucina della Pallina ha detto...

anch'io sono impasto dipendente! per fortuna in 4 in famiglia il pane si finisce velocemente o dovrei diventare un'accumulatrici di pangrattato! bellissimo poi questo filone!
buon week end
raffaella

In the mood for pies ha detto...

Ale ma che meraviglia !! Sei veramente bravissima !!

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie di cuore Emmetti!!!!
E' vero l'uso della biga conferisce al pane un profumo e un sapore davvero eccezionale.
Buon week end anche a te e buon appetito con bruschette e paninazzi!!!!!
Un abbraccio Alessandra.

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie mille Anna, sei davvero molto carina e gentile.
Un abbraccio grande Alessandra.

Alessandra Rosati ha detto...

Ciao Raffaella, eh ti capisco!
Grazie di cuore!
Bacioni Alessandra

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie mille Anna!!!!!
Smack smack un abbraccio
Alessandra

adele pantaleo ha detto...

Che spettacolo! sarà sicuramente buonissimo!
Tanti baci! :*
Adele

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie Adele
un abbraccio grande!
Alessandra

i Pasticci di Terry ha detto...

E' davvero una meraviglia questo pane, una sofficità che si percepisce anche solo guardando le foto!!! Però sappi che ti aspetto alla raccolta di Panissimo, altrimenti piangio ;(

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie Terry!
Inserito nella raccolta di Panissimo!
A presto Alessandra

Günther ha detto...

un gran bel pane molto invitante

Profumi di Pasticci ha detto...

Ciao Ale,
sono arrivata al tuo blog tramite amici comuni di Senigallia e come te appassionata di cucina..
ottimo questo pane...anch'io ne ho pubblicati simili, ma la tua ricetta la voglio provare...
Se ti va di passare da me sei la benvenuta.
A presto
Ciao
Anna
http://ipasticcidialetitti.blogspot.it/

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie di cuore Gunther!
Alessandra

Alessandra Rosati ha detto...

Ciao Anna, complimenti anche a te per il tuo blog, l'ho appena visitato ed è davvero molto bello!!!
Un abbraccio
Alessandra

La cucina di Esme ha detto...

grazie di aver partecipato al mio contest con questo fantastico pane!
buona serata
Alice

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie a te per avermelo proposto!
Un abbraccio
Alessandra

Gianluca Milo ha detto...

La biga è un esaltatore di profumi. Immagino l'aroma di questo pane. Complimenti come sempre Alessandra

Alessandra Rosati ha detto...

Si hai perfettamente ragione Gianluca, infatti uso molto la biga, adoro il sapore che conferisce al prodotto finale.
Grazie mille, un abbraccio
Alessandra

I dolci di Grazia ha detto...

Ciao, mi sono appena unita ai tuoi lettori fissi.
Che bello questo pane. Io non riesco a trovare le farina Petra dove vivo io e on Line trovo solo quelle da 5 kg e cchincchiano un pò.
complimenti davvero!

Alessandra Rosati ha detto...

Grazie I dolci di Grazia!!!!
Si le Petra costiccchiano un pò ma ne vale davvero la pena!!!!
Grazie ancora, un abbraccio
Alessandra

Posta un commento