' I pasticci di Ale Titti : Dolce del nonno

giovedì 15 maggio 2014

Dolce del nonno






Oggi voglio proporvi un dolce particolare, un dolce che mangiavo sempre a casa dei miei nonni  durante la mia infanzia,  mia nonna era solita  prepararmelo ogni qualvolta sapeva che sarei andata a trovarli,  è molto buono, e di semplice esecuzione.

Il suo nome è dolce del nonno e la sua caratteristica è il gradevole sentore di mandorla e la forma a budino.




Per fare questo dolce occorre uno sbattitore e  uno stampo a forma di budino, come indicazione per la misura, lo stampo deve contenere 2 litri di acqua.



Ricetta

Farina   00            187 g
Zucchero               280 g
Fecola di patate    187 g
Latte fresco          150 g
Olio di semi          150 g
Uova                        3
Lievito per dolci istantaneo            1 bustina
Essenza di mandorle                      ( fialetta)
Granella di nocciole per guarnire   (opzionale)



Procedimento

Prendere una ciotola molto capiente e versarvi gli albumi e con l'aiuto dello sbattitore  montarle a neve, aggiungere gradualmente tutto lo zucchero, quando sarà ben amalgamato, inserire i 3 tuorli, uno alla volta, quindi aggiungere il latte, la farina 00 e la fecola, continuando sempre a impastare con le fruste. Inserire poi l'olio e l'essenza di mandorle, quando sarà tutto ben incorporato mettere la bustina di lievito.








       




















Prendere lo stampo precedentemente imburrato e cosparso di granella di nocciole (opzionale, sennò usare la farina) e versarvi l'impasto.


Cottura

Infornare a 170° per 60-80 minuti, vi consiglio di fare sempre la prova stecchino. Nell'eventualità che non abbiate in casa uno stampo da budino potrete cuocerlo tranquillamente in un altro stampo, (es. da plumcake o da ciambellone) tenendo presente che i tempi di cottura saranno sicuramente minori.

Cospargere di abbondante zucchero a velo prima di servirlo!




21 commenti:

  1. paradisiaca!
    vado a prendere l'essenza di mandorla e la faccio!
    grazie!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana, è davvero buono e delicato!

      Elimina
  2. Che bei ricordi! io lo mangiavo a casa della sorella di mia nonna, non mancava mai per la colazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Valentina, proprio come a casa di mia nonna!!!!! :)

      Elimina
  3. Adoro tutto di questo dolce!
    Bravissima!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina, in casa mia ha solo un difetto.....finisce...subito!!!!!!! Un abbraccio!!!!

      Elimina
  4. domenica sera, ore 22.08, ho appena finito di mangiare e messo a posto, allora com'è che una bella due o tre fette di questa torta me le farei assai volentieri?
    baci e buonanotte Ale!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhahhah Sandra bisogna proprio che tu lo faccia questo dolcetto, come dessert dopo cena è l'ideale!!!! Un abbraccio e buonanotte anche a te! :-)

      Elimina
  5. Questo dolce è proprio di un bell aspetto, deve essere sicuramente delizioso!
    Piacere Alessandra di conoscere te e il tuo blog, appena possibile mi unisco ai tuoi lettori fissi (google fa i capricci).
    Ti faccio ancora i complimenti per le tue ricette, mi piacciono molto :)
    Io mi occupo di cucina light, ma spero passerai lo stesso a trovarmi.

    A presto
    Roberta

    http://puperta-in-cucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, grazie!!!! quanto prima verrà a visitare il tuo blog!!!! Ciao!

      Elimina
  6. buono!!! Sembra un pandoro! Ma con l'aroma di mandorla mi sa che è ancora più buono!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Provalo è buonissimo!!!!!!

      Elimina
  7. Era da tempo che cercavo questa ricetta che mi riporta indietro di tantissimi anni, a quando cioè andavo ad acquistare la torta al negozio di Giorgia, un piccolo alimentari di Sirolo; che oggi non c'è più. Spero proprio di ritrovare quel meraviglioso sapore!! Grazie, Alessandra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Alessandra!!!!! Un abbraccio!!!!!

      Elimina
  8. Aletitti ti conosco da PDF sei brava. Non sapevo del tuo blog. ti seguiro', c'è molto da imparare. grz. Gisel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gisel!!!!!! Sono felicissima di incontrarti anche qui!!!!!! Figurati ma che imparare!!!! Sei già brava di tuo!!!!! Un abbraccio grande!!!!!!

      Elimina
  9. Che dici ci provo a farlo.....o per me e' troppo...poi ti faccio sapere il risultano finale
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo che ci devi provare, è semplicissimo!!!!!
      Aspetto i tuoi risultati! Ciaooooooo

      Elimina
  10. hola se ve rico , y bello, pero no entiendo la receta , como hago por favor , me la puedes envia en castellano. gracias saludos,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias María Elena
      si nos fijamos en el lado de la receta, en la parte superior derecha es el traductor
      Espero que sea útil.
      Un abrazo Alessandra

      Elimina